Finalmente ci siamo: il Natale è quasi alle porte e Stoccolma si prepara ad uno dei periodi più ricchi di fascino dell’anno. La luce del sole sempre più rada (e sempre più rara!) contribuisce sicuramente alla particolarissima atmosfera che si può respirare a queste latitudini. E, viste anche le temperature in repentina discesa, le esigenze sono ormai solo due: contrastare in tutti i modi l’oscurità e trovare qualche metodo efficace per riscaldarsi. Certo è che il clima sempre più natalizio viene in soccorso e, da questo fine settimana, sarà ancora meglio. Perché? È presto detto!

Il primo appuntamento da annotare in agenda è ovviamente il mercatino di Natale nel centro storico della città. Sabato 24 novembre, alle ore 11, apriranno i battenti le tradizionali bancarelle natalizie di Stortorget, la piazza principale di Gamla Stan. Anche quest’anno, come succede quasi ininterrottamente dal 1834, il mercatino di Natale più vecchio di Stoccolma mette a disposizione un’amplissima scelta di prodotti da acquistare e, perché no, regalare. Si va dall’artigianato lappone, ai formaggi ed insaccati di renna; dalle ceramiche a guanti, sciarpe e cuffie di lana; dai saponi al miele e alle marmellate, e così via, passando per le mandorle tostate, i giochi a premi ed il profumatissimo vin brulè svedese, il glögg. Un viaggio tra tradizione, profumi, luci, sapori e colori! Il mercatino di Stortorget rimarrà aperto tutti i giorni, dalle 11 alle 18, sino al 23 dicembre.

L’appuntamento numero due è da fissare, anch’esso, per sabato 24 novembre. Alle ore 15, nel famoso e centralissimo parco di Kungsträdgården, verranno attivate ufficialmente le ormai note luminarie cittadine: più di 40 tra strade e piazze si illumineranno a festa grazie a migliaia di led che ci accompagneranno almeno sino alla prima settimana di gennaio. E chissà dove faranno capolino quest’anno le celebri alci di luci…Per scoprirlo, chi è in città nelle prossime settimane potrebbe seguire la mia visita guidata natalizia! Quello delle ”Luci di Natale” è un tour pensato proprio per far conoscere la città di Stoccolma, la sua storia, i suoi monumenti ed alcuni suoi angoli nascosti, con particolari riferimenti alle tradizioni natalizie ed invernali. Clicca qui per maggiori informazioni e per prenotare!

Ma non finisce qui ovviamente. I weekend successivi sono densi di appuntamenti a tema: tra i diversi altri mercatini di Natale aperti in città o nei dintorni ne consiglio ben quattro! Il primo è ormai diventato un classico: mi riferisco a quello ospitato all’interno del museo all’aria aperta di Skansen, nell’isola di Djurgården. Tra una fattoria, una casa aristocratica e una capatina nello zoo di animali nordici, il mercatino è sicuramente una ragione in più per visitare una delle più popolari attrazioni dell’intera città di Stoccolma! Il mercatino di Skansen resterà aperto ogni fine settimana sino al 16 dicembre, dalle ore 10 alle ore 16 e la sua visita è compresa nel costo del biglietto di ingresso.

Anche le Stalle Reali ospitano un interessante mercatino natalizio: è l’artigianato che qui la fa da padrone, in un’atmosfera diversa dal solito e sicuramente meno turistica. Aperto solo nei giorni dal 30 novembre al 2 dicembre, il mercatino è ospitato nel complesso delle stalle ancora utilizzate dalla monarchia svedese: qui è infatti possibile dare un’occhiata alle carrozze reali e salutare i cavalli che accompagnano regolarmente le guardie ed i cortei. Il biglietto di ingresso ha un costo di 80 corone svedesi. Le Stalle Reali si trovano nel quartiere di Östermalm, poco distanti da Dramaten, il teatro di prosa di Stoccolma.

Per chi poi decidesse di spostarsi dal centro cittadino, una tappa originale potrebbe essere il mercatino di Natale organizzato nelle vecchie carceri di Stoccolma, nell’isola di Långholmen (a poco meno di dieci minuti di metro dal centro storico, linea rossa, fermata Hornstull). Doppio appuntamento il 1 e il 2 dicembre dalle 10 alle 16. L´8 e il 9 dicembre è invece il turno del mercatino di Natale di Drottningholm, organizzato all’esterno della Reggia omonima, residenza privata del Re di Svezia. Un’opportunità rara per ammirare anche la piccola Versailles svedese (aperta al pubblico) in un’atmosfera estremamente suggestiva. E se poi nevicasse…